Introduzione

Lo Shikoku è una razza canina originaria del Giappone, più precisamente dell'isola di Shikoku. In giapponese viene anche chiamato Kochi-ken, Mikawa Inu o cane lupo. Nel 1937 è stato dichiarato Monumento naturale del Giappone dall'imperatore Hirohito. Il suo aspetto ricorda lo Shiba Inu, ma rispetto al cugino è più grande. Nel passato veniva utilizzato per la caccia del cinghiale e del cervo.

 

 


Varietà

Si distinguono 3 varietà nella razza, la Awa, la Hongawa, e la Hata, a seconda della regione dell'isola di Shikoku dove furono allevate. I cani della varietà Hongawa sono considerati quelli di maggior tipicità e conservano il maggior grado di purezza rispetto al ceppo originario da cui questa razza è stata selezionata, essendo la regione di origine una zona remota e di difficile accesso.

 

Caratteristiche

Lo shikoku è un cane con un carattere prudente ma coraggioso e molto fedele al suo padrone. I soggetti di questa razza sono resistenti e molto agili. Sono i compagni ideali per persone attive, a cui piace fare escursioni e camminate all'aria aperta.Sono molto energici ed attivi al di fuori della casa, ma piuttosto calmi e tranquilli al suo interno.Lo shikoku è un cane molto intelligente ed apprende velocemente, se ben stimolato. Non è un cane cosi testardo ed indipendente come altre razze autoctone giapponesi, ma ad ogni modo non è un cane per chiunque.

 

Lo shikoku ha un'altezza di 46-55 cm al garrese ed è disponibile in cinque colorazioni: sesamo, sesamo rosso, sesamo nero, rosso e black and tan (In Italia queste ultime due colorazioni sono state riconosciute ad inizio 2017). Questa razza ha un pelo piuttosto consistente, adatto alle rigide temperature invernali. La conformazione del corpo è in genere di tipo Spitz: corpo quadrato, testa a forma di cuneo, orecchie triangolari e punta della coda arricciata.

  

Il peso dello shikoku varia a seconda del sesso, dell'altezza e della struttura e può essere considerato di taglia media.

 

SALUTE

Purtroppo non abbiamo molte notizie riguardanti la salute di questa magnifica razza. 

Nella loro madre patria,  gli allevatori, specialmente negli anni passati, non erano soliti effettuare alcun tipo di test o controllo sui loro riproduttori, quindi non abbiamo uno storico che ci possa indicare qualche patologia specifica. Fatto sta che negli ultimi tempi, stiamo notando delle patologie sempre più frequenti nella razza. La prima di tutte è la displasia, che è una malattia multifattoriale, ma l' abbiamo riscontrata in diversi esemplari europei, americani e giapponesi. Per questo consiglio di informarsi sempre presso gli allevatori, se i loro riproduttori sono testati ufficialmente oppure no. Sono stati riscontrati anche rari casi di epilessia. Purtroppo non esiste alcun test che la possa individuare fino a quando non si manifesta.